TERZA SCENA

Il Ritratto

 

Mancando un’immagine fotografica di San Gabriele, padre Norberto fornì ad un pittore le indicazioni sulla sua fisonomia affinché venisse realizzato un ritratto il più sommigliante possibile.

Padre Norberto

...Io, padre Norberto, mandai a Sante Possenti, padre di Gabriele, molte notizie dei cinque anni di vita religiosa del figlio. Gli amici non dimenticarono Gabriele: il suo compagno di scuola Paolo Bonaccia diventato sacerdote, scrisse una prima biografia nel 1868 e anche padre Bernardo Silvestrelli, suo compagno di noviziato, nel 1879 ne scrisse le memorie... E mancando un’immagine fotografica, insieme con me, Padre Norberto, fornimmo ad un pittore le indicazioni sulla fisionomia di Gabriele, affinchè venisse realizzato un ritratto il più somigliante possibile.

 

 

 

 

 

QUARTA SCENA

Maria e le vecchine

 

La contadina Maria, circondata da alcune vecchine racconta ad un’amica di come, trent’anni dopo la morte di San Gabriele avvenne l’esumazione del suo corpo per essere trasportato dal convento di Isola del Gran Sasso al santuario della Madonna della Stella e delle sette prodigiosi guarigioni avvenute in quello stesso giorno.

 

 

Maria

...Con l’unità d’Italia e la legge del 7 luglio 1866 si decretò la soppressione degli ordini religiosi. Anche i religiosi di Isola del Gran Sasso dovettero abbandonare il convento in cui era sepolto San Gabriele che andò in rovina. Posta la candidatura di Gabriele per gli onori degli altari fra i primi atti da compiere c’era la riesumazione. Si decise di esumare segretamente il corpo per trasportarne i resti altrove ma, saputolo, per evitare che ciò avvenisse, ci fu una sommossa popolare...

promosso da: Fondazione Leo Amici, Via Canepa 136, 47854 Monte Colombo - Rimini
© Associazione Dare - tutti i diritti riservati, tel +39 0541 98 52 07, mail info@lagodimontecolombo.it